Simposio a tre

Mostre – Alla Galleria Liba di Pontedera le opere di Riccardo Guarneri, Alessandro Gamba, Luca Giacobbe dialogano tra di loro. E con chi vorrà ammirarle.

Dal 1 al 22 giugno, inaugurazione sabato 1 giugno alle 18, un perscorso tra le opere dei tre artisti toscani contemporanei

Simposio a tre – Galleria Liba
Via G. Bruno 9, Pontedera Orario: giovedi, venerdi e sabato 17.00 – 19.30 Ingresso: libero
http://www.gallerialiba.com

Leonardo Pisano, la matematica e l’occidente

Incontri – Nuovo appuntamento con i Giovedì della Scienza giovedì 30 maggio, alle 21, alla Cittadella Galileiana con Leonardo Pisano e la rinascita della matematica in occidente, incontro con Enrico Giusti, docente dell’Università di Firenze e presidente del Giardino di Archimede, il primo museo completamente dedicato alla matematica e alle sue applicazioni con sede a Firenze.

Alla fine del dodicesimo secolo il giovane Leonardo della famiglia dei Bonacci viaggia per tutto il Mediterraneo per apprendere metodi e procedimenti matematici. Le sue opere, nelle quali riporta quanto ha appreso e i risultati delle sue ricerche, segnano la ripresa della matematica in Occidente dopo un declino di molti secoli.

Il seminario fa parte del ciclo di conferenze divulgative “I giovedì della Cittadella Galileiana”, che quest’anno è dedicato a strutture, simmetrie, linguaggi naturali e artificiali. Gli incontri, a ingresso gratuito, si tengono nelle serate di giovedì a partire dal 9 maggio fino al 13 giugno. L’inizio delle conferenze è alle ore 21. Il ciclo è organizzato dal Museo degli Strumenti di Fisica (Sistema Museale di Ateneo) in collaborazione con la Ludoteca Scientifica (Dipartimento di Fisica).

L’ultima Sarah

Teatro – l’ultimo dramma di Sara Kane il 29 maggio al Teatro Rossi Aperto

Basta guardare le foto di Sarah Kane e andare oltre la sua bellezza sgualcita, basta guardarla negli occhi in quelle ultime foto che la ritraggono, per leggere tutto il dramma che ha messo dentro le parole dei suoi lavori, dei suoi testi per il teatro, per vedere quanto ci abbia messo dentro tutta se stessa, in quelle parole.

Per apprezzare di più il suo lavoro, per andare oltre la macchietta dell’artista depressa che si uccide, esattamente vent’anni fa, dopo aver finito di scrivere l’ultimo dramma, al Teatro Rossi Aperto il 29 maggio, alle 20.30, va in scena l’ adattamento site specific di 4.48 PSYCHOSIS – Sinfonia per voce sola, sinfonia per voce sola di Enrico Frattaroli, con Mariateresa Pascale, in occasione di I sing on the boundary. Sarah Kane oltre i confini, due giornate di studio che iniziano con lo spettacolo del 29 e proseguono con la tavola rotonda il 30 maggio dalle 10.30 alle 13.30 nella Sala Colonne di Palazzo Venera, in via Santa Maria 36.

“Scriverlo mi ha uccisa” scrive Sarah sul biglietto allegato alla copia di 4.48
Psychosis
lasciata a Mal Kenyon, la sua agente letteraria, il giorno del suo suicidio. E oggi lo ritroviamo come una messa in concerto, una sinfonia abbandonata in uno spazio abbandonato, così spoglia e così accogliente come il Teatro Rossi che non è un mero contenitore ma diventa, come spesso succede ai luoghi carichi di significato oltre che di fascino, parte integrante dell’opera.

http://www.teatrorossiaperto.it

La mia Pisa, arte a chilometro zero

Mostre – Iniziano i festaggiamenti del Giugno pisano e ognuno dà il meglio di sé, ogni realtà che voglia partecipare alla festa della città propone iniziative legate al tema cittadino, ma, possibilmente, senza dimenticare la propria natura. Risponde in pieno a queste caratteristiche La mia Pisa: il GAMeC Centro arte moderna di lungarno Mediceo propone dal 1 al 12 Giugno le opere di Carla Baltresi, Giuseppe Biondi, Mario Meucci e Aspreno Simonelli, autori pisani dei quali verrano proposti, indovinate?, opere che sono scorci della città e quindi, un po’, di tutti noi.

Curata da Massimiliano Sbrana, la mostra è ad ingresso libero.

L’informatica fa 50

Incontri – Al Cinema Arsenale un incontro sulla Computer Art con proiezioni e dibattito. L’iniziativa fa parte del programma “Informatica50Pisa” promosso dall’Ateneo in occasione 50° anniversario del primo corso di laurea italiano in Scienze dell’Informazione nel 1969

Mercoledì 29 maggio, alle ore 17.30, presso il Cinema Arsenale, si terrà un incontro accompagnato da proiezioni dedicato alla Computer Art dal titolo “Informatica e… arte. Alle origini della computer art. Incontri e visioni”, con Maria Grazia Mattei (Centro “MEET”, Milano) e Francesca Gallo (Università di Roma La Sapienza). L’ingresso è libero.

L’iniziativa fa parte del programma “Informatica50Pisa”, promosso dall’Ateneo in occasione 50° anniversario del primo corso di laurea italiano in Scienze dell’Informazione nel 1969. Il programma, fra l’altro, vede una serie di incontri rivolti a studenti e cittadini, in cui l’impatto dell’informatica è esplorato in vari campi della creatività ma anche del vivere quotidiano.

L’incontro sulla Computer Art, in collaborazione con l’Associazione “Ondavideo”, vede una ricognizione storica complessiva da parte di Maria Grazia Mattei, fondatrice e presidente di MEET, centro internazionale di cultura digitale di Meet the Media Guru con Fondazione Cariplo, e la presentazione del primo festival di computer art italiana da parte di Francesca Gallo, Università La Sapienza, Roma, co-curatrice del volume “All’alba dell’arte digitale” (Mimesis, Milano 2018).

Il tutto in dialogo con Fabio Gadducci e Sandra Lischi (Università di Pisa) e con la presentazione e proiezione di opere rare degli esordi della Computer Art.

La folle festa del circo

Arti circensi – Non solo una festa per i bimbi, ma una festa con i bimbi, un circo fatto dagli allievi della Scuola di Arti Circensi Antitesi: CircoFollia, la festa-spettacolo in programma per Sabato 1 giugno al Teatro Rossini di Pontasserchio porta in scena gli spettacoli finali degli allievi Antitesi! Alle 16:30 con Il circo dei bambini per i bambini, esibizione dei bambini e delle bambine, dei ragazzi e delle ragazze, allievi della Scuola. Dalle 20:30 sarà la volta degli allievi adulti con la performance Passengers e lo spettacolo In Nessun Luogo.

Curtatone e Montanara, oggi

Celebrazioni – Erano studenti, professori, persone normali. Partirono per seguire un ideale, perché lo chiedeva la patria, perché c’era da partire. Conferenze ed eventi al Palazzo della Sapienza e alla Domus Mazziniana per il 171° anniversario della battaglia di Curtatone e Montanara, perché la storia si impara a nche così

Mercoledì 29 maggio l’Università di Pisa celebrerà il 171° anniversario della battaglia di Curtatone e Montanara. Si inizia alle 9 di mattina al Camposanto Monumentale, con un omaggio a Ottaviano Mossotti, Leopoldo Pilla e altri volontari che combatterono a Curtatone e Montanara e si prosegue alle 10.30 nel Palazzo della Sapienza con la deposizione delle corone ai caduti. Subito dopo ci sarà il concerto del Coro dell’Ateneo, mentre alle 11.30 nell’Aula Magna Nuova prenderà il via il convegno Scienza e coscienza nazionale. Matteucci e Poggi da Curtatone all’Italia unita con gli interventi dei professori Alessandro Breccia, Roberta Cella e Sergio Giudici.

Nel pomeriggio, dalle 15, le celebrazioni si sposteranno alla Domus mazziniana con la Lectio magistralis del professor Paolo Rossi dell’Università di Pisa che parlerà del fisico e patriota Riccardo Felici. Alle 15.45 sarà infine mostrata un’anteprima della nuova sala “Curatone e Montanara” che verrà inaugurata in autunno al piano terra della Domus, dove saranno ospitati alcuni reperti e cimeli della battaglia fra cui uniformi, bandiere e lettere di combattenti.

“Nel maggio 1848 – ha ricordato il rettore Paolo Mancarella – al comando di Ottaviano Fabrizio Mossotti, docente di Fisica matematica e Meccanica celeste nel nostro Ateneo, studenti e professori riuniti nel Battaglione Universitario partirono per costruire la nostra Nazione. Fu un’esperienza così intensa e forte da connotare di sé il processo risorgimentale e da marcare indelebilmente la natura e l’identità della nostra Università, divenendone una delle tradizioni più belle e ancor oggi vive”.

La regata del ricordo

Sport – Sabato 25 maggio una giornata all’insegna dello sport e del divertimento con la quinta edizione del trofeo Enzo Matteoni

“Agli inizi degli anni 80 fu uno degli artefici della rinascita del Gioco del Ponte dopo la sua sospensione e fu Generale della Parte di Mezzogiorno per diversi anni”. Raffaele Matteoni ricorda il padre Enzo, venuto a mancare il 7 giugno 2014 mentre era impegnato a Genova in occasione delle Repubbliche Marinare presentando la quinta edizione del Trofeo Enzo Matteoni, la regata organizzata dalla Società Billi Masi del Gruppo Sportivo Sezione Canottaggio dei Vigili del Fuoco di Pisa che si svolgerà sabato 25 maggio.
La regata che si svolgerà nello spicchio d’Arno di fronte allo scalo di Lungarno Guadalongo, con presentazione degli equipaggi alle 15 e partenza alle 16, chiude il ciclo delle regate dei quartieri: come per le altre organizzate dalla barca verde, dalla celeste e dalla gialla, parteciperanno i 4 rioni di San Ranieri. Sono previste 2 semifinali; a seguire il 3° e 4° posto tra i perdenti e la finale per aggiudicarsi 1° e 2° posto e, trattandosi di una gara inserita nel calendario remiero nazionale saranno presenti i giudici nazionali FICSF (Federazione Italiana Canottaggio Sedile Fisso). La barca rossa ha vinto le prime tre edizioni mentre lo scorso anno ha vinto la Barca Verde che attualmente detiene il trofeo che ogni anno viene rimesso in palio.

I giorni della Santa

Festeggiamenti a Calcinaia per la patrona Sant’Ubaldesca

Celebrazioni – Se il meteo non ha risparmiato la  Sagra del tipico dolce calcinaiolo, la Nozza, che ha registrato  tantissime presenze, Calcinaia si prepara a vivere il momento più spirituale del suo Maggio, ovvero la  celebrazione della patrona del paese, S. Ubaldesca Taccini.
La storia della Santa è ben nota: nata a Calcinaia nel 1136 da genitori di umile condizione, Ubaldesca, figlia unica, fin da giovane seppe mostrarsi umile e devota nei confronti della famiglia e di Gesù. Solerte nella pratica della preghiera, accompagnata spesso dal digiuno, la santa pisana si distinse soprattutto per la carità esercitata verso i poveri. Tra i tanti miracoli che le vengono attribuiti il più conosciuto, perlomeno nel paese, è quello della tramutazione del pane in fiori.
Resta il fatto che la reliquia della Santa, gelosamente custodita nella chiesa di S. Giovanni Battista, il prossimo  Sabato 25 Maggio  a partire  dalle ore 21.30, percorrerà  in processione alcune delle vie del paese. Ecco precisamente il percorso: inizio in Villa Montecchio, Via Matteotti, Via Montale, via Caduti di Cefalonia e Corfù, via di Vittorio, via Corsi, via Matteotti, via Garibaldi, via Ricasoli, via Saffi, via Vittorio Emanuele, Chiesa S. Giovanni Battista.
La solenne processione sarà  presieduta da Sua Eccellenza Mons. Simone Giusti, Arcivescovo di Livorno. Al termine della Processione è previsto anche uno stupendo  spettacolo pirotecnico in onore della Santa.
Domenica 26 Maggio, prima di fare festa con la tombola alle 19 (primo premio 800 €, secondo premio 400 €) e la colonna sonora della Graffiti 80 Rock Band che salirà sul palco della festa a partire dalle ore 21, alle ore 11.30 nella Chiesa Parrocchiale di Calcinaia si svolgerà la solenne celebrazione eucaristica in onore della Santa con la Festa del Dono presieduta sempre da Sua Eccellenza Mons. Giovanni Paolo Benotto, Arcivescovo di Pisa.
Nella settimana dedicata alla patrona, anche la presentazione del libro Santa Ubaldesca e Calcinaia di Giuliano Bozzoli, giovedì 23 Maggio alle ore 21.30 in Sala Don Angelo Orsini  alla presenza dell’autore e del  Sindaco, Lucia Ciampi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: