Pisa Growing green: il futuro, verde, della città

Con il piano Pisa Growing Green l’amministrazione pisana promette infrastrutture verdi, marciapiedi, passaggi ciclopedonali per riqualificare i quartieri di Pisanova e Cisanello. E, soprattutto, un grande piano di rinnovo arboreo: dopo le rimozioni, da qui a 10 anni, mille alberi nei filari stradali, 1600 nelle aree verdi e circa 40 mila nelle aree suburbane.

Nell’ambito della Biennale di Architettura e del mese dedicato alla programmazione del futuro di Pisa, Pisa Growing Green è il progetto con cui il Comune pensa al futuro, verde, della città.

“In questa serie di incontri partiti a novembre con il con convegno su Pisa città del futuro e proseguiti con Pisa Growing Green e la Biennale di Architettura – dichiara il sindaco Michele Conti durante l’incontro – abbiamo esposto la nostra idea della città da qui al 2050. Una visione che abbiamo voluto aprire a tutti, tecnici, professionisti, cittadini, associazioni, ambientalisti e connotare fortemente di verde”.

“La nostra azione sul verde riguarda tutta la città – prosegue Conti – ma in questa prima fase si vuole concentrare soprattutto su un quartiere, quello di Pisanova e Cisanello, nato negli ultimi 40 anni, in quella che era la zona agricola della città. Un quartiere caratterizzato da urbanistica disordinata e grandi colate di cemento che hanno creato una grande zona dormitorio, sprovvista di servizi, verde e spazi di aggregazione. È nostra intenzione iniziare a rimediare a questa situazione, concentrandoci sul verde per riqualificare tutta la zona di Pisa nord e ricucire tra di loro i quartieri di Pisanova, Cisanello, San Biagio e le Piagge, attraverso filari alberati, marciapiedi, sovrappassi ciclopedonali delle principali arterei di scorrimento del traffico”.

“San Biagio – entra più nel dettaglio il Sindaco – nella zona dell’Ospedale, va ricollegato con la zona dietro il centro commerciale, il quartiere della Piagge deve essere messo in collegamento con il Parco urbano di Cisanello e con il parco delle Torri che, che dovrà essere terminato e riqualificato con il verde. A breve partiremo con la realizzazione dei marciapiedi, che ancora mancano anche nella zona di Cisanello in prossimità del centro commerciale e con sovrappassi pedonali. Realizzeremo poi una fascia a verde nella parte finale del Comune, nella zona di via Pungilupo per aumentare la qualità della vita di un quartiere, quello in zona Isola Verde, molto popoloso. Sulle Piagge, patrimonio verde per eccellenza di tutta la città, studieremo soluzioni per tenere lontane le auto, creando parcheggi nelle zone limitrofe e percorsi per raggiungerle”.

“In ambito di rinnovo arboreo – aggiunge l’assessore al verde urbano Raffaele Latrofa – stiamo per dare il via alla nostra rivoluzione verde, che porterà nel giro di circa 10 anni ad aumentare il patrimonio arboreo comunale da 18 mila alberi a circa 60 mila, con particola attenzione ai quartieri più periferici fino ad ora trascurati. A fronte di 290 alberi rimossi in questo anno, parte ora il piano delle piantumazioni che prevede di piantare entro il 2025, mille alberi nuovi nei filari stradali, 1650 nelle aree verdi e giardini della città e 40 mila nelle aree periurbane”.

“Tutto questo processo di rinnovo arboreo – conclude Latrofa – lo facciamo in collaborazione con l’Università di Pisa, che cura il monitoraggio di tutte le piante comunali, e aprendo al mondo dei professionisti e delle associazioni. Abbiamo appositamente istituito la conferenza permanente con tutte le associazioni ambientaliste, per condividere costantemente questo percorso con la città”.

“Ragionando in prospettiva – conclude il Sindaco – è fondamentale avere coraggio e portare avanti l’opera di rinnovo arboreo, affinché il nostro patrimonio verde esista ancora tra 30 anni. Il patrimonio arboreo, al pari di quello artistico, storico e monumentale della città, deve essere preservato con la stessa attenzione, perché costituisce una risorsa fondamentale della città e del suo futuro”.

Black Friday? Fair Saturday!

Una settimana di arte, cultura, salute con il Fair Saturday: dal 23 novembre al 1 dicembre eventi, incontri, riflessioni

Si chiama Fair Saturday in evidente contrapposizione al Black Friday: se ormai conosciamo il venerdì nero votato agli sconti, il sabato immediatamente successivo, quest’anno il 30 novembre, sarà dedicato all’arte, alla cultura e alla salute come attori del benessere collettivo. In contemporanea in 180 città del mondo e con l’obiettivo di promuovere la cultura, in tutte le sue forme, come occasione di incontro e riflessione riguardo tematiche di interesse comunitario.

Il calendario di eventi proposto dal Comune di Pisa, in collaborazione con Isbem (Istituto Scientifico Biomedico Euro Mediterraneo) e Fondazione Arpa, non si limita al solo sabato 30, ma copre l’intera settimana precedente: da sabato 23 novembre a domenica 1 dicembre incontri, mostre, conferenze, laboratori, spettacoli e intrattenimento presso il Cinema Teatro Nuovo, la Gipsoteca di Arte Antica, la Torre dell’Orologio, l’Istituto Alberghiero G. Matteotti, Tuttomondo di Keith Haring e la Misericordia di Pisa, contribuiranno a fare della manifestazione “un vero e proprio contenitore di eventi, dando modo a diverse realtà di conoscersi e lavorare in sinergia” dichiara l’assessore alla cultura Pierpaolo Magnani. Nell’ambito della manifestazione, il 29 novembre, verrà celebrato il trentesimo compleanno del murale Tuttomondo di Keith Haring con un cartello turistico nella piazza antistante: un gesto di riconoscimento simbolico, ma non per questo meno importante. Ma ci sarò tempo, il 30 novembre, anche per un vernissage di artisti di strada in piazza XX Settembre mentre un videomapping sulla Torre dell’Orologio e sulle Logge di Banchi farà prendere vita al murale di Haring.

Per una settimana oltre gli sconti.

Il programma delle iniziative

Sabato 23 novembre, Cinema Teatro Nuovo

Ore 10.00 – Inaugurazione con l’assessore alla cultura Pierpaolo Magnani

Ore 10.30 – Due parole: AI come Intelligenza Artificiale, a cura del Prof. Paolo Ferragina

Ore 11.00 – Un viaggio in moto contro il Parkinson: Sandro Paffi racconta. A cura di Sandro Paffi e Associazione Pisa Parkinson

Ore 12.00 – I pilastri della medicina moderna: Prevenzione e medicina personalizzata, a cura del Prof. Generoso Bevilacqua

Ore 14.30 – Laboratorio di canto

Ore 21.00 – Un canto essenziale, spettacolo musicale a cura di Enzo e Lorenzo Mancuso

Domenica 24 novembre, Cinema Teatro Nuovo

Ore 10.30 – Fai il punto sulla tua pelle! Conocere e prevenire il melanoma. A cura dell’Associazione Contro il Melanoma OdV con gli interventi di: S. Carpi, R. Gianfaldoni, P. Paolicchi, N. Dubbini;

Ore 12.00 – Aperitivo

Ore 17.00 – La fantastica storia di Giannino e il gatto. Omaggio a Gianni Rodari. Spettacolo a cura della Compagnia ASMED

Martedì 26 novembre, Istituto Alberghiero “G. Matteotti”

Ore 18.00 – I profumi ed i sapori di sua maestà il tartufo, con la D.ssa Cristiana Vettori

Ore 20.00 – Conviviale con gli chef Pietro Vattiata e Benedetto Squicciarini

Giovedì 28 novembre, Cinema Teatro Nuovo

Ore 10.00 – Plauto. Alle radici del comico. Spettacolo a cura dell’Associazione culturale PesoPiuma

Venerdì 29 novembre

Ore 17.30, piazza Keith Haring – Inaugurazione cartello murale Tuttomondo di Keith Haring e djSet. A cura di Comune di Pisa

Ore 21.15, Cinema Teatro Nuovo – La palla al piede. Spettacolo a cura della Compagnia Teatro Studio

Sabato 30 novembre

Ore 15.30, Cinema Teatro Nuovo – Nati per Leggere: l’impatto della lettura ad alta voce nello sviluppo neurocomportamentale del bambino. A cura di Silvia Dragoni e Fiorenza Poli.

Ore 16.15, Cinema Teatro Nuovo – Letture per bambini da 0-6 anni, a cura dei Volontari Nati per Leggere 

Ore 17.00, piazza XX Settembre – Vernissage e videomapping su Torre dell’orologio e Logge di Banchi, a seguire djSet

Ore 21.15, Cinema Teatro Nuovo – Intrappolata, a cura della Compagnia Teatranti Quanto Basta.

Domenica 1 dicembre, Cinema Teatro Nuovo

Ore 17.00 – Solo una favola. 3 favole fatte di magia e 5 raccontastorie. Spettacolo teatrale a cura della Compagnia Policardia Teatro.

Eventi dal 23 al 30 novembre

Gipsoteca di Arte Antica – “In punta di disegno”, mostra di disegno a cura della Compagnia Pisana degli artisti dell’Arno e una esposizione opere e installazioni di arte con giovani artisti della Laba (Libera Accademia di Belle Arti) di Firenze. 

Misericordia di Pisa – Ambulatorio aperto con rilevazione gratuita dei parametri fisiologici (pressione arteriosa, frequenza cardiaca, SpO2, ECG).

No alla violenza sulle donne

Il 25 novembre è la Giornata per l’eliminazione della violenza contro le donne: uno spettacolo, una conferenza e la bandiera arancione

Se ne parla di violenza contro le donne? Se ne parla sì, ma mai abbastanza, purtroppo. Ed è per sensibilizzare l’opinione pubblica su questa drammatica attualità che l’assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Pisa ha pensato di celebrare questa giornata con uno spettacolo e altre iniziative.

“Quest’anno il consiglio cittadino pari opportunità – dichiara la Presidente Silvia Silvestri – in accordo con l’assessorato, ha deciso di ricordare questa giornata in una maniera diversa, scegliendo lo spettacolo teatrale L’uomo che parla delle donne uccise (dagli uomini), scritto, diretto e interpretato da Paolo Bussagli”.

Lo spettacolo, gratuito, è in programma per il 23 novembre alle 21, al Teatro Verdi, in sala Titta Ruffo. Si parla di Codice Rosso e di revenge porn, cercando di coinvolgere anche i più giovani, spesso meno consapevoli delle conseguenze delle scelte che fanno, magari con leggerezza, ma che possono invece risultare deleterie proprio per i soggetti, come loro, più sensibili.

Lunedì 25 novembre, nel corso della mattinata, sul Ponte di Mezzo si terrà la cerimonia istituzionale dell’alzabandiera e sarà issata la bandiera arancione, il colore scelto per le iniziative sul tema della violenza contro le donne, sarà appeso uno striscione sul balcone del palazzo comunale e sarà apposta una targa commemorativa all’interno di Palazzo Gambacorti. Alle 17, al Grand Hotel Duomo, ci sarà invece un convegno organizzato dalla FIDAPA Federazione Italiana Donne Arti Professioni e Affari

Una brochure informativa con tanti consigli mirati rivolti soprattutto alle fasce più deboli sarà distribuita dalla Questura di Pisa che organizzerà anche un programma di sensibilizzazione rivolto alle scuole, con incontri dedicati al contrasto al cyberbullismo. 

Contemporaneo pisano

Archetipi spirituali: nove opere dell’artista Anna Chromy per le strade, nelle piazze, davanti alle chiese pisane. Perché i contrasti fanno riflettere

Davanti a San Michele in borgo c’è Cloak of Conscience, Sisyphus, qui in un’eterna pedalata, è davanti alla stazione, Prometheus in largo Ciro Menotti, mentre i due Chronos, I e II, saranno all’imbocco di corso Italia. E poi ancora Alcyon e Olympic Spirit, Don Giovanni, Ulysses. C’è anche Poseidon, una specie di fuorisalone, a Marina di Pisa, in piazza delle baleari. Con il progetto Archetipi spirituali, le sculture, le installazioni gigantesche di Anna Chromy rappresentano personaggi del mito, idoli e chimere, spunti di riflessione a sé stanti e ancor più significativi se immersi in un contesto ricco di simboli, di storia, di monumenti come quello pisano dove ogni architettura è un richiamo, dove la vita delle persone si mescola alla forza evocativa dei luoghi.

La grande arte contemporanea torna a Pisa, dal 20 settembre fino al 10 novembre, con il linguaggio dell’artista ceca nota in tutto il mondo ma da tempo innamorata della toscana.

Tutte le informazioni su Comune di Pisa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: