Primavera, spuntano fioriere

Sono state posizionate nuove fioriere in due punti del centro storico: con le installazioni in via Pascoli si arricchisce l’asse di quelle già presenti in corso Italia e con quelle in piazza dell’Arcivescovado si prolunga invece la serie di via Santa Maria.

La natura ci insegna ciascun fiore è unico e irripetibile, ma questo non vale per le fioriere: sono state installate in piazza dell’Arcivescovado e in via Pascoli nuove fioriere in acciaio corten che, oltre ad abbelleire la città con fiori che sostituiranno gli spartitraffico in newjersey, contribuiscono al senso di omogeneità degli arredi urbani nelle diverse zone di Pisa.

“L’intervento – dichiara l’assessore ai lavori pubblici Raffaele Latrofa – si inserisce nel progetto per creare lungo il principale asse commerciale della città un percorso unitario di arredo e verde urbano che porti bellezza, eleganza, omogeneità ed elementi naturali nel cuore del nostro centro storico. Abbiamo pensato e realizzato un progetto specifico che prevede un sistema omogeneo di fioriere composte a moduli, costituite da acciaio corten con fioriture stagionali e arbusti perenni, che si snoda lungo l’asse pedonale dalla Stazione all’area monumentale. Tutti gli interventi sono stati realizzati sulla base del Disciplinare per l’arredo urbano che abbiamo redatto e che prevede tre tipologie di arredi urbani omogenei e distinti, uno per il centro storico, uno per il litorale e uno per i quartieri”.

Elaborazione in corso…
Fatto! Sei nell'elenco.

Arriva la bella stagione, aumentano i cestini

Con l’arrivo della primavera aumenta il numero dei cestini per la raccolta di rifiuti nel centro storico e sui lungarni: perché col caldo più persone frescheggiano lungo le strade cittadine; perché d’inverno un vincolo di sicurezza vuole i lungarni più liberi; perché più cestini vuol dire meno rifiuti per terra.

 Ai 27 nuovi cestini per la raccolta dei rifiuti posizionati nel mese di febbraio nel tratto compreso tra via Oberdan e piazza Garibaldi e nelle strade adiacenti a Borgo Stretto-Borgo Largo, si sono aggiunti in questi giorni altri 18 cestini installati tra Largo Ciro Menotti e i lungarni Galilei, Gambacorti, Pacinotti e Mediceo. In particolare i 9 cestini collocati lungo le spallette dei Lungarni Mediceo e Pacinotti, saranno posizionati per la stagione primaverile-estiva, dal 1 aprile al 30 settembre, in quanto nel periodo invernale sussiste un vincolo dal parte del Genio Civile per mantenere sgombri i lungarni per eventuali interventi di emergenza idraulica come le piene dell’Arno.

In totale sono quindi 45 i nuovi cestini tutti uguali, in acciaio prima scelta, che sono stati posizionati per migliorare la qualità urbana del centro storico. I nuovi cestini, di colore antracite e con il logo del Comune di Pisa, hanno una maggiore capienza rispetto ai precedenti e possono contenere fino a 80 litri di rifiuti indifferenziati. Sono stati inoltre sottoposti a trattamenti anticorrosione e contro l’urina dei cani.

“Si è scelto di armonizzare l’asse Borgo Stretto-Borgo Largo e i Lungarni – spiega l’assessore all’ambiente Filippo Bedini – introducendo cestini tutti uguali che danno uniformità agli arredi urbani presenti in questa area del centro, andandosi a integrare perfettamente con le fioriere recentemente installate e con i copri cassonetti per le attività commerciali: un approccio alla cura dei dettagli che valorizza la bellezza del nostro centro cittadino”.

Salotto fiorito

Continua l’azione a favore del decoro urbano sull’asse del centro: tra la stazione e Borgo Largo nuovi moduli di aiuole in corten delimiteranno l dehors delle attività commerciali. Per goderne da subito, tutti, e farsi trovare in gran forma quando torneremo ad accogliere i turisti.

Sono identiche a quelle già installate e daranno quindi l’auspicato senso di omogeneità all’intero asse pedonale dalla stazione fino a Borgo Largo: nuove fioriere in acciaio corten, come quelle già installate lungo Borgo, vengono posizionate in questi giorni a delimitare le aree di strada occupate dalle attività commerciali.

Il decoro urbano a base di fiori e omogeneità degli arredi prosegue.

Sono 9 in tutto le aree esterne ai bar tra Borgo Largo e Borgo Stretto che saranno circondate dalle fioriere in acciaio corten composte ciascuna da 5 moduli. L’intervento, che ha previsto un investimento di 122 mila euro, proseguirà nelle prossime settimane spostandosi in Corso Italia per completare il percorso unitario di decoro urbano del centro storico.

“Con l’installazione delle nuove fioriere, Borgo si appresta a diventare un salotto fiorito – dichiara il sindaco Michele Conti -. Stiamo creando lungo il principale asse commerciale della città un percorso unitario di arredo e verde urbano che porta bellezza, omogeneità ed elementi naturali nel cuore del nostro centro storico. Abbiamo pensato e realizzato un progetto specifico, attraverso un sistema omogeneo di fioriere composte a moduli, costituite da acciaio corten con fioriture stagionali e arbusti perenni, che si snoderà lungo l’asse pedonale dalla Stazione a Borgo Largo e successivamente arriverà fino a via Santa Maria. Insieme agli alberi di Natale che stiamo allestendo in centro e alle fioriture stagionali che abbelliscono le principali piazze, vogliamo trasmettere l’immagine di una città che guarda al futuro con positività e speranza. Un città che si farà trovare ancora più curata ed accogliente quando potremo gradualmente tornare alla normalità.”

“Tutti gli interventi che stiamo eseguendo sul verde e l’arredo urbano – aggiunge l’assessore ai lavori pubblici, verde e cura della qualità urbana Raffaele Latrofa – vengono realizzati sulla base di un apposito disciplinare per l’arredo urbano che abbiamo redatto con gli uffici e che prevede tre tipologie di arredi urbani omogenei e distinti, uno per il centro storico, uno per il litorale e uno per i quartieri, che stiamo gradualmente introducendo man mano che facciamo i nuovi interventi. Quello del centro storico è un altro esempio della progettualità e dell’attenzione alla qualità che la nostra amministrazione sta concentrando sul verde e sull’arredo urbano, insieme al programma delle fioriture stagionali, alla riqualificazione delle rotatorie cittadine e del verde sul litorale, alla creazione di boschi urbani e infrastrutture verdi in quartieri e periferie della città. I prossimi step del progetto prevedono a metà dicembre la sostituzione con le nuove fioriere dei new jersey in Corso Italia, in via Toselli, in corrispondenza dell’incrocio con via San Martino e davanti all’edicola. A seguire verranno installati altri moduli all’inizio di Corso Italia dal lato di piazza Vittorio Emanuele”. 

A conclusione del progetto, a inizio gennaio, verranno sostituiti anche i new jersey di via Santa Maria, sia davanti a piazza Cavallotti che nel tratto più avanti, poco prima dell’arrivo in piazza dei Miracoli.

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: