La torre, i turisti e noi

Un flashmob in Piazza dei Miracoli per celebrare la fine del lockdown e la nuova apertura ai visitatori ma anche ad una vita più simile a quella di prima della pandemia: Pisa riapre al mondo. 

Uno foto scattata con il drone per immortalare i monumenti della nostra piazza insieme ai tanti cittadini che hanno risposto all’appello che li invitava a presentarsi oggi alle 18, vestiti di bianco, sotto la torre. Una foto intitolata non a caso Pisa riapre al mondo.

Ed eccoli lì, tutti vestiti di bianco per staccare meglio sul prato verde, tutti schierati a distanza di sicurezza, che quella ci vuole sempre, non c’è foto che tenga. Sono forse centinaia, ma simbolicamente rappresentano tutti i Pisani che hanno voglia di ripartire, tutta la città che vuole commemorare le vittime con il minuto di silenzio che è stato osservato, ma che guarda avanti con ottimismo e voglia di fare del proprio meglio.

Organizzazione Comune di Pisa, regia di Tommaso Casigliani con la collaborazione del fotografo Nicola Ughi e del pilota di drone Massimo Boi.

Pisa, la torre e il mondo

Pisa riapre al mondo: sabato 30 maggio flash mob sotto la Torre per una foto di gruppo. Un’ occasione per celebrare questo passaggio e guardare con speranza al futuro

Pisa riapre al mondo è il nome scelto per il flash mob convocato per sabato 30 maggio per una foto corale all’ombra della Torre di Pisa. La città dà, a se stessa e al mondo, appunto, il segnale di essere pronta per una nuova ripartenza dopo i mesi di chiusura riaprendo i suoi monumenti più celebri: il Duomo, il Battistero la Torre, le Mura. Chi vuole partecipare deve semplicemente presentarsi, nel rispetto delle norme vigenti sul distanziamento sociale, alle 18 in piazza dei Miracoli, indossando maglia o camicia bianca e, naturalmente, la mascherina. La coreografia è affidata a Tommaso Casigliani.

“Le meraviglie di Pisa sono un patrimonio del mondo intero – dice il sindaco di Pisa Michele Conti – e dopo questo periodo forzato di chiusura ci è sembrato giusto sottolineare la riapertura dei monumenti, patrimonio Unesco dell’Umanità, con una foto di gruppo che veda in prima fila gli operatori economici e del turismo, protagonisti dell’accoglienza della città, e il personale della Sanità che è stato così fortemente impegnato in questa emergenza Covid-19. Siamo convinti che tutti sapranno cogliere l’occasione per un rilancio condiviso e partecipato del turismo. Anche una foto può rappresentare un nuovo inizio”.

Nella stessa giornata di sabato 30 maggio il Comune di Pisa aprirà anche due uffici informazioni turistiche. Alle ore 10 apertura in piazza XX settembre, nell’atrio di palazzo Gambacorti, sede del Comune, e alle ore 11 apertura in piazza del Duomo. In quella occasione sarà pubblicato anche il nuovo sito internet dedicato al turismo (www.turismo.pisa.it) che verrà descritto agli operatori turistici. Sabato 30, e domenica 31, sarà aperto al pubblico un tratto delle Mura di Pisa al prezzo di 1 Euro per scoprire le bellezze della città attraverso l’itinerario in quota.

“A giugno – spiega l’assessore al turismo Paolo Pesciatini – partirà anche la campagna di promozione turistica che dovrà essere fatta propria da tutte le attività economiche e commerciali del settore turistico per aumentare esponenzialmente le possibilità di contatto con i turisti”. In programma attività di promozione tradizionali, Social e Web, con l’utilizzo delle immagini che sono arrivate al Comune in questi giorni grazie al contest fotografico che ha già riscosso molte adesioni, italiane e straniere. Nella giuria il fotoreporter Massimo Sestini (presidente), Fabio Muzzi e Andrea Valtriani.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: