Tour nel contemporaneo

A Peccioli, un tour guidato gratuito, il 12 ottobre, ai tre progetti di arte contemporanea per Ghizzano

Alicja Kwade, David Tremlett, Patrick Tuttofuoco sono artisti molto diversi tra loro per età e formazione: Alicja Kwade è nata in Polonia nel 1979, vive e lavora a Berlino; David Tremlett è nato in Inghilterra nel 1945, vive e lavora a Londra; Patrick Tuttofuoco è nato in Italia nel 1974, vive e lavora a Milano. Diversi, ma accomunati dalla sensibilità verso l’arte pubblica. Ed è proprio un visita guidata alle loro opere a e per Ghizzano che Peccioli partecipa alla quindicesima Giornata Contemporaneo promossa da A.M.A.C.I..

L’evento annuale promosso dall’Associazione dei Musei d’Arte contemporanea permetterà a quanti lo desiderino di conoscere meglio musei, fondazioni e gallerie, visitare atelier d’artista, prendere parte a dibattiti, visite guidate e laboratori, entrando attivamente in contatto con l’arte del presente.

A cura di Antonella Soldaini, i progetti di Ghizzano e la visita guidata prevista per sabato 12 alle 15.30, sono frutto della collaborazione tra Comune di Peccioli, Fondazione Peccioli per l’Arte e Belvedere SPA.

Il tour comprenderà anche due installazioni di Vittorio Corsini, Fonte e Chiacchiere, a Palazzo Pretorio

fondarte.peccioli.net

Metti l’arte nella scienza

Un viaggio tra arte e scienza al Museo della Grafica: dal 12 ottobre all’8 dicembre Il ritmo dello spazio ci accompagna da Marconi alle Onde Gravitazionali.

Nell’ambito della Quindicesima edizione della Giornata del Contemporaneo, il Museo della Grafica propone la mostra Le rythme de l’espace / Il ritmo dello spazio / The rhythm of space, Arte e scienza da Marconi alle Onde Gravitazionali per farci assaporare l’entusiasmo delle scoperte della fisica contemporanea, oltre che la loro fondamentale importanza per la nostra vita.

A cura di Stavros Katsanevas, l’esposizione ci racconta infatti come la recente rilevazione delle onde gravitazionali derivanti dalla fusione di buchi neri e/o stelle di neutroni che producono vibrazioni nello spazio-tempo, consente di aggiungere il ritmo o, in un certo senso, il suono dello spazio alla millenaria concezione e rappresentazione dell’Universo come immagine sublime ma silenziosa, invitando a profonde riflessioni sul rapporto dell’uomo con il Cosmo, la Terra, la Società.

Attraverso installazioni, sculture, video, opere grafiche e fotografie realizzate da Gorka Alda, Pavel Buchler, Attila Csorgo, Raphaël Dellaporta, Raymond Galle, Bertrand Lamarchw, Liliane Lijn, Letizia De Maigret, Aitor Ortiz, Tomas Saraceno, Jol Thomson, il percorso della mostra ha un forte impatto concettuale ed emotivo, ci spinge a riflettere attraverso mescolando bellezza e concetto, arte e scienza.

Per informazioni sul progetto della mostra, le opere e gli artisti, gli scienziati e gli intellettuali che l’hanno resa possibile sites.ego-gw.eu/ilritmodellospazio

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: