Il dialogo degli Affluenti

Un gruppo di giovani artisti già applauditi in scena alla Casa di Lungofiume di Cascina presenta il proprio progetto: sono gli Affluenti e in loro scorre il desiderio di esprimersi. Già performer con musica e poesia, hanno in programma interviste intergenerazionali. E questo è solo l’inizio.

Lo spettacolo Dialogo con l’animaprimo progetto di giovani artisti, Affluenti in scena alla Casa di Lungofiume a Cascina è stato un successo. Si tratta di un nuovo progetto culturale, pensato e realizzato da giovani artisti.

Sono infatti due ventenni i protagonisti dello show che sabato 4 dicembre ha portato poesia e musica sul palco della Casa di Lungofiume: Matteo Caramelli, autore della raccolta poetica “La corte dei miracoli”, filo rosso della serata e Filippo Del Gratta, che ha fatto da collante tra le poesie, lette da Eleonora Conticini, Giovanni Costamagna e Nicole Garbini e le note della chitarra classica di Daniele Del Gratta e del pianoforte di Alessandro Ascani e Francesco Barducci

Dialogo con l’anima è il primo progetto degli Affluenti, il gruppo di giovani dell’Associazione Lungofiume, di cui fanno parte gli artisti della serata del 4 dicembre e Serena Funaro, Gabriele Tamberi, Marta Turelli Ulivi, Francesco Rispoli

Tra le iniziative in programma nei prossimi mesi anche il progetto Memorie, che da marzo 2022 racconterà il territorio, dando voce alla memoria degli anziani, intervistati dai ragazzi. “Sarà un’occasione per aprire il sipario sul passato, un incontro tra generazioni che porterà alla realizzazione di un video”, dice il Presidente dell’Associazione Lungofiume Massimo Corevi. “Invitiamo chiunque abbia voglia di parlarci della sua storia, o chi conosca qualcuno che ha una storia coinvolgente da raccontare, a contattarci al numero 3398269696”.

Elaborazione in corso…
Fatto! Sei nell'elenco.

E i giovani?

Apre a palazzo Cevoli lo sportello informativo Pisa Giovani e, dietro all’inaugurazione di un ufficio, c’è l’ambizioso progetto di formare e informare le nuove generazioni mettendo in connessione università, Cnr e mondo della scuola.

Aperto questa mattina lo sportello informativo Pisa Giovani all’interno dello storico palazzo Cevoli, con ingresso da via San Martino 110. Lo spazio (aperto martedì e giovedì dalle ore 10.00 alle 12.00) consentirà incontri individuali e di gruppo per orientare i partecipanti alle scelte di studio e professionali, sostenerli nella loro ricerca di opportunità sul territorio e di avvio di start-up innovative. L’apertura dello sportello rientra nel più ampio progetto “Pisa Giovani” realizzato dal vicesindaco, Raffaella Bonsangue, dall’ufficio Politiche Giovanili e dal responsabile del progetto, Edoardo Fabbri Nitti.

“Lo scopo principale di questo sportello – dice la vicesindaco con delega alle politiche giovanili Raffaella Bonsangue – è informare e formare i giovani del nostro territorio, assicurando un’apertura al pubblico per il momento solo due giorni alla settimana. Il progetto, che ha evidentemente subìto un rallentamento a causa dell’emergenza Covid-19, prevede il consolidamento delle relazioni con le tre università, il Cnr, l’Ufficio scolastico provinciale con momenti di confronto, già attivati, e collaborazione nella realizzazione di queste attività, così come con le associazioni di categoria e il mondo del volontariato. Siamo convinti, infatti, che un’amministrazione che voglia far bene e costruire le basi per il futuro della comunità che amministra non possa fare a meno di investire sui propri giovani. E noi, con questo progetto vogliamo farlo”.

“Ringrazio il Comune di Pisa per avere attivato questo progetto – dichiara il responsabile del progetto Edoardo Fabbri Nitti -. Lo sportello è un tassello importante del progetto “Pisa Giovani” che sin da subito ha puntato a una serie di attività rivolte a tutti i giovani del territorio  di Pisa. Lo sportello sarà più di un semplice infopoint ma conterrà anche tutte le attività che vengono proposte dal territorio, puntando in particolare su studio e formazione, con progetti specifici, su lavoro e impresa e sociale e cultura”.

Il progetto Pisa Giovani comprende lo sviluppo di numerose attività proprie che saranno elaborate insieme ai principali attori della città nei loro rispettivi campi di azione, oltre all’orientamento dei giovani sulle opportunità offerte da Regione, Ministero, Unione Europea ed altri enti nazionali ed internazionali, 

1. Tavolo Studio e Formazione: nel campo dello studio e della formazione il Progetto prevede la creazione di un tavolo di lavoro composto dal Comune, l’Università di Pisa, le scuole di specializzazione Normale e Sant’Anna, il CNR ed il Provveditorato agli Studi per l’ideazione e lo sviluppo delle attività nell’ambito dello studio e della formazione dedicate ai giovani della città.

2. Tavolo Lavoro e Impresa: nel campo del lavoro e dell’impresa il Progetto prevede la creazione di un tavolo di lavoro composto dal Comune e le principali associazioni di categoria per l’ideazione e lo sviluppo delle attività nell’ambito della ricerca delle opportunità di lavoro e di impresa dedicate ai giovani della città. 

3. PisaGiovani.Net: nel campo dell’associazionismo il Progetto prevede la creazione di un network di associazioni giovanili e di associazioni rivolte ai giovani per favorire la partecipazione attiva e concreta di ragazze e ragazzi alla definizione delle politiche che li riguardano e per confrontarsi su temi specifici in seno ad una assemblea convocata a cadenza semestrale, anche ai fini della stesura del ‘Piano Operativo Giovani’. Le associazioni interessate possono iscriversi compilando direttamente il formulario sul sito pisagiovani.it

I luoghi

1. Sportello aperto al pubblico: spazio con ingresso dalla strada in via S. Martino 110, nella storica cornice di palazzo Cevoli, con uno sportello informativo e due desk per svolgere gli incontri individuali su prenotazione (apertura tutti i martedì e giovedì dalle 10.00 alle 12.00).

2. Canali Web: Il Progetto è dotato di un suo sito web, www.pisagiovani.it già attivo e quotidianamente aggiornato, in cui si possono trovare tutte le informazioni, i bandi ed i corsi europei, regionali e comunali, il calendario delle attività e la possibilità di iscriversi per ricevere la newsletter e gli aggiornamenti. Il sito è ricco di strumenti per la partecipazione, dai sondaggi alle aree per richiedere informazioni e supporto su ogni singola attività, fino alla possibilità di comunicare in tempo reale via WhatsApp. Il Progetto è presente su Facebook (pisagiovani), Twitter (@pisagiovani), Instagram (pisa_giovani).

3. Eventi, corsi e concorsi: il Progetto prevede la realizzazione di corsi, seminari e workshop all’interno della sede di via S. Martino per un approfondimento tematico sul lavoro, le professioni, la formazione o su argomenti di rilevanza sociale o d’interesse per il mondo giovanile. A questi si affiancheranno una serie di conferenze e lo sviluppo di concorsi e premi per i migliori progetti presentati dai giovani della città.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: