Maltempo, 70 millimetri di pioggia in 24 ore

Allagamenti a San Giusto. Protezione Civile al lavoro per risolvere le situazioni più critiche

Fenomeno intenso di pioggia durante la notte e nelle prime ore dalle mattina di sabato 5 dicembre. Sono stati 70 i millimetri di cumulato medio che si sono registrati a Pisa nell’arco di 24 ore, determinando allagamenti in alcune zone della città. Situazione più critica nel quartiere di San Marco – San Giusto, dove si è allagata via Montanelli, nel tratto finale, via Cerboni, via Cappuccini e via di Goletta.

Tutte le strade allagate sono state chiuse della Protezione Civile con l’ausilio della Polizia Municipale e gli uomini della Protezione Civile sono al lavoro da stamani per liberare le strade maggiormente allagate, intervenendo a macchia di leopardo nelle situazioni più critiche con le operazioni di pompaggio dell’acqua. Particolare attenzione è stata dedicata a via dei Cappuccini che è risultata la strada più colpita dagli allagamenti. Allagata anche via Andrea Pisano mentre a Porta a Lucca le pompe idrauliche sono entrate in azione e la situazione è sotto controllo. Nel resto della città non si registrano situazioni particolarmente critiche, salvo allagamenti temporanei che si sono risolti. 

La Protezione Civile continua a monitorare la situazione, con attenzione anche alla possibile piena dell’Arno prevista per domani, da seguire sulla base delle evoluzioni del maltempo e dei cumulati di pioggia sul bacino idraulico che si verificheranno nelle prossime ore. L’allerta meteo di criticità codice arancione per pioggia prosegue tutto il giorno fino alla mezzanotte di sabato e per vento fino alle due di sabato notte. Codice giallo per temporali sempre fino alla mezzanotte di sabato.

Dopo i danni, un aiuto

Al via la ricognizione dei danni causati dagli eventi metereologici del 24-26 settembre: i nuclei familiari che siano stati danneggiati dalle forti piogge e raffiche di vento devono consegnare le domande per i contributi entro il 15 ottobre.

Il Comune di Pisa ha avviato la ricognizione dei danni registrati in occasione degli eventi metereologici del 24, 25 e 26 settembre 2020 per i quali la Regione Toscana ha approvato lo stato di emergenza.

 I privati cittadini che hanno subito danni in quei tre giorni a causa del maltempo devono utilizzare apposito modulo per richiedere il contributo di immediato sostegno (si può scaricare al link www.comune.pisa.it/protciv o ritirare all’Ufficio Relazioni con il Pubblico dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 12). Il contributo di immediato sostegno è finalizzato “al recupero dell’integrità funzionale dell’abitazione principale, abituale e continuativa”.

 Possono beneficiare del contributo i nuclei familiari del Comune di Pisa che alla data dell’evento sono:

–         Proprietari;

–         Titolari di diritti reali (usufrutto, uso) o personali (comodato, locazione) di godimento, autorizzati dal proprietario al ripristino dell’immobile o degli arredi ove siano del proprietario stesso;

–         Amministratore condominiale se presente o, in caso contrario, rappresentante delegato dagli altri soggetti aventi titolo, delegato dai condomini;

Per ogni nucleo familiare è possibile una sola domanda di contributo e quindi può essere erogato un solo contributo. Il modulo dovrà essere presentato entro le ore 23:59 di giovedì 15 ottobre 2020 con le seguenti modalità:

–         consegna a mano all’Ufficio Relazioni con il Pubblico (dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9 alle ore 12)

–         oppure invio tramite posta certificata (comune.pisa@postacert.toscana.it) o tramite raccomandata A/R; in tal caso farà fede la data del timbro dell’ufficio postale o dell’invio della pec.

Si precisa che le istanze dovranno essere corredate di marca da bollo di € 16,00 allegando copia di documento d’identità in corso di validità. Per informazioni è possibile contattare l’Ufficio Protezione Civile del Comune di Pisa (tel. 050/910575) dalle ore 10 alle ore 12 dal lunedì al venerdì.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: