Un pericolo chiamato plastica

Un protocollo d’intesa con l’associazione di volontariato Plastic Free permetterà ai cittadini pisani di essere più informati a proposito dei pericoli costituiti dall’abbandono dei rifiuti di plastica, promuovendo iniziative di raccolta e di diffusione di una cultura del materiale, del suo utilizzo e del suo smaltimento.

La plastica è un materiale meraviglioso che ci ha permesso di fare cose incredibili, con caratteristiche proprie che lo rendono unico: è leggera, infrangibile, lavabile, durevole. Proprio la sua durevolezza entra in contrasto con la concezione usa e getta alla quale spesso la associamo e la rende addirittura pericolosa nel caso in cui non venga smaltita correttamente.

Entra in gioco allora l’azione di associazioni di volontariato come Plastic Free Onlus che ha firmato a questo proposito un protocollo d’intesa con il Comune di Pisa per informare e sensibilizzare la cittadinanza sulla pericolosità dell’abbandono della plastica attraverso, per esempio, giornate di raccolta rifiuti e passeggiate ecologiche.

E visto che la comunicazione è spesso quella che fa la differenza (inutile organizzare iniziative con le migliori intenzioni se poi nessuno lo sa), il protocollo firmato in questi giorni permetterà all’associazione di avvalersi dei canali del Comune per dare visibilità alle tante iniziative che vengono organizzate e permettere una buona coordinazione con l’azienda di ritiro rifiuti.

Presente a Pisa con una sezione locale dal 2019, Plastic Free Onlus ha organizzato vari eventi di sensibilizzazione su tematiche ambientali, coinvolgendo i cittadini in giornate di raccolta di rifiuti non pericolosi e plastiche nel territorio, promuovendo lezioni di educazione ambientale nelle scuole e on line e segnalazioni di abbandono rifiuti.

Il protocollo di intesa prevede che il Comune di Pisa supporti le attività dell’associazione concedendo il patrocinio gratuito per gli appuntamenti di raccolta di rifiuti e per le passeggiate ecologiche, dando visibilità, attraverso i propri canali, alle iniziative e garantendo l’intervento dell’azienda di raccolta rifiuti locale per il ritiro dei sacchi a fine di ogni giornata. L’intesa prevede inoltre che il Comune garantisca priorità di intervento alle segnalazioni di abbandono di rifiuti fatte dai referenti Plastic Free e agevoli, quando possibile, l’occupazione gratuita di suolo pubblico per l’installazione di uno stand per informare e sensibilizzare i cittadini sull’evento in corso.

Elaborazione in corso…
Fatto! Sei nell'elenco.

L’altra plastica

Quella che esce dalle nostre case, diventa rifiuto, invade la nostra quotidianità e l’ambiente. L’idea è fotografarla, e partecipare ad un concorso del Museo di Storia Naturale, per vincere ingressi e abbonamenti, e magari sensibilizzarci all’importanza del suo utilizzo e corretto smaltimento.

Quando smettiamo di usarla, quando smette di esserci utile, non smette di essere plastica e di non essere esattamente biodegradabile in tempi brevi e senza danno per l’ambiente. Un concorso fotografico per giovani e giovanissimi fotografi, indetto dal Museo di Storia Naturale cerca di mantenere alta l’attenzione su questo tema così importante. Chenon deve smettere di interessarci.

Il contest si chiama Plastic-click: si tratta di un concorso fotografico a premi organizzato in occasione della mostra temporanea La plastica e noi, che ha come tema l’inquinamento da plastica che incontriamo quotidianamente nelle nostre vite. Rifiuti abbandonati lungo sentieri, spiagge, marciapiedi, parchi pubblici, scuole, centri storici, saranno i soggetti che permetteranno di inquadrare la portata del problema, con l’obiettivo di esprimere un punto di vista personale.

Il concorso fotografico è aperto a tutti ed è diviso in due sezioni:
La sezione SENIOR (over 14 anni)
La sezione JUNIOR (under 14 anni)

Le 20 migliori fotografie di entrambe le sezioni, valutate da una giuria, saranno esposte in una mostra temporanea presso il Museo. 

Le tre migliori fotografie della sezione SENIOR saranno premiate con:
1° premio – Ingresso al museo con visita guidata gratuita per un massimo di 8 persone, 50 € di buono spesa presso lo shop del Museo ed una borraccia in metallo offerta da Acque SPA.
2° premio – Abbonamento annuale al Museo di Storia Naturale dell’Università di Pisa, 30 € di buono spesa presso lo shop del Museo ed una borraccia in metallo offerta da Acque SPA.
3° premio – Ingresso famiglia (5 persone) gratuito, 20 € di buono spesa presso lo shop del Museo e una borraccia in metallo offerta da Acque SPA.

Le tre migliori fotografie della sezione JUNIOR saranno premiate con:
1° premio – Buono spesa da 50 € da spendere presso lo shop del Museo e una borraccia in metallo offerta da Acque SPA.
2° premio – Buono spesa da 30 € da spendere presso lo shop del Museo e una borraccia in metallo offerta da Acque SPA.
3° premio – Buono spesa da 20 € da spendere presso lo shop del Museo e una borraccia in metallo offerta da Acque SPA.

La giuria si riserva inoltre la possibilità di premiare con una menzione speciale una o più foto meritevoli che non rientrino tra le tre premiate di ogni sezione. Per partecipare al concorso bisogna inviare, entro il 31 Marzo 2021, da una a tre fotografie all’indirizzo e-mail: laplasticaenoi2021@gmail.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: