Porte aperte a 50 Canale

Un Open Day per visitare gli studi della televisione pisana e la possibilità di andare davvero dall’altra parte dello schermo: l’11 dicembre 50 Canale apre le porte al pubblico e lo invita a visitare i set e a scattarsi foto che poi andranno in onda. Prenotatevi entro l’8 dicembre!

Ti piacerebbe visitare uno studio televisivo e incontrare i protagonisti della tua tv? Sabato 11 dicembre 50 Canale apre le porte ai telespettatori con il suo Open Day: sarà possibile scambiare due chiacchiere con i conduttori, mettere l’occhio nella telecamera, stare sotto ai riflettori e scoprire i set dei tg e delle trasmissioni di sport, cultura e intrattenimento che ogni giorno raccontano la Toscana. 

Per partecipare alla visita guidata è sufficiente prenotarsi inviando una mail entro l’8 dicembre a stampa@50canale.tv con i propri dati personali (nome, cognome, numero di telefono e dichiarazione di possesso di green pass), specificando l’orario di preferenza del tour, della durata di circa un’ora (1° gruppo: dalle 10,30 alle 11,30; 2° gruppo: dalle 12 alle 13). 

Ti piacerebbe andare in tv? Basterà scattare un selfie con la scritta 50 Canale e postarlo nei commenti o in un messaggio privato ai video dedicati alla campagna Anche tu, in tv pubblicati sulla pagina fb e sul profilo instagram dell’emittente (@50canale), per poter ritirare un omaggio all’Open Day di 50 Canale. Tutte le foto inviate e quelle scattate durante l’evento dell’11 dicembre andranno in onda nelle settimane successive: anche tu, sarai in tv.

Elaborazione in corso…
Fatto! Sei nell'elenco.

Le bellezze di Pisa su Rai Storia

Lunedì 5 aprile Pisa sarà protagonista di una puntata di Storia delle nostre città in onda su Rai Storia alle 21.10: visto che non possiamo uscire di casa, sarà bello ricordarci quanta bellezza ci circonda con questo focus sulla storia nostra città, dall’età etrusca all’epoca moderna, passando attraverso i fasti della Repubblica Marinara.

Tutti su canale 54 a guardare con orgoglio la puntata di Storia delle nostre città dedicata alla città della torre: andrà infatti in onda lunedì 5 aprile alle 21. 10 su Rai Storia una puntata interamente dedicata a Pisa. 

“E’ impossibile guardare Pisa senza gridare al miracolo” si legge nella presentazione della puntata. “Sarà per via di quella Torre Pendente che sta su senza neanche sapere come o per quella scenografica piazza talmente bella da esser stata chiamata Piazza dei Miracoli. Pisa, la città dove ovunque si respira l’antica gloria di una città che per secoli si è contesa con Genova, Venezia e Amalfi il ruolo di Repubblica Marinara più prestigiosa. Ancora oggi nella città sono evidenti i segni di quel passato leggendario. Dal Duomo, al maestoso Battistero fino al Palazzo dei Cavalieri progettato dal Vasari. Quanta storia a Pisa, talmente tanta e talmente antica che non si sa neanche chi le abbia dato i natali: forse gli etruschi, forse i greci, forse i liguri. Quello che si sa per certo invece è che è una città con una storia unica al mondo”.

Il programma vedrà la partecipazione di Sergio Costanzo, autore di numerosi libri dedicati alla città di Pisa, Andrew Hopkins, professore associato di Storia dell’architettura all’Università dell’Aquila, Peter Glidewell, critico d’arte, e Marco Pellegrini, professore di Storia moderna all’Università di Bergamo.

C’è bisogno di ridere

Nuova trasmissione satirica su 50 Canale con Alessandro Paci, Kagliostro e Benedetta Rossi: dal 15 febbraio, Quelli del tubo, in onda da lunedì a venerdì alle 20.30, sarà un’occasione per ridere, ma anche per riflettere sul ruolo dello spettacolo e sul contatto con il pubblico in questo periodo. Ce lo racconta Kagliostro, uno dei protagonisti.

Il format è collaudato, dopo anni di trasmissioni prima su Italia 7 e poi su RTV38, ma rinnovato dall’innesto, accanto a Alessandro Paci e Kagliostro, di Benedetta Rossi. L’orario, quello del traino verso la prima serata: una mezzoretta a partire dalle 20.30; ma certo l’approdo di Quelli del Tubo su 50 Canale è una soddisfazione e l’inizio di una nuova avventura. “A 50 Canale – racconta Kagliostro – abbiamo trovato un ambiente collaborativo e siamo stati accolti da una grande disponibilità”.

“L’idea – racconta il comico, nome d’arte di Alessio Nonfanti – è quella di trasmettere filmati buffi, curiosi, strampalati e commentarli per metterne in risalto proprio la ridicolezza. Naturalmente in questo è fondamentale l’affiatamento fra di noi e, se con Paci il feeling è ormai più che rodato, sono molto felice di poter lavorare con Benedetta Rossi che certamente non è solo una presenza fotogenica, ma un’attrice e presentatrice in grado di tenere il ritmo della nostra parlantina e seguire i voli pindarici delle nostre gag. Sembra incredibile, ma non abbiamo niente di preparato”. E forse è proprio questa una chiave del successo di questo spettacolo in fin dei conti così semplice e sempre così efficace: la spontaneità.

Sembra strano, in un periodo come questo, pensare a ridere e a far ridere “e invece è fondamentale: non solo – spiega – perché si tratta del nostro mestiere e di quello di tanti, tanti altri lavoratori dello spettacolo che hanno passato un anno difficile, ma perché forse proprio in momenti come questo ce n’è più bisogno. Per tutti quelli che lavorano nello spettacolo questo periodo è stato difficile per le limitazioni che hanno reso in tanti casi impossibile lavorare, certo, ma anche per la mancanza di contatto con il pubblico, per noi fondamentale”.

Ecco che proprio l’idea del programma, imperniato sul rapporto di scambio con il pubblico, invitato a condividere video e immagini particolarmente divertenti, è un punto di forza dell’operazione: gli spettatori sono coinvolti e i conduttori percepiscono la loro partecipazione ricevendo i contributi che saranno la base sulla quale lavorare.

Il periodo di distanza dallo spettacolo, soprattutto quello dal vivo, non ha scoraggiato Kagliostro: “in questi mesi ho scritto due sceneggiature e ho lavorato ad un romanzo. In più, il 3 marzo sarà disponibile un film che ci vede protagonisti: Anno nuovo, vita nuova, una commedia con al centro una coppia che vuole adottare un bimbo e un amico che la truffa con un escamotage tutto da ridere”.

E di ridere, l’abbiamo capito, c’è sempre bisogno.

Chi vuole può inviare video o immagini a fb.com/quellideltubo50canale o a quellideltubo@50canale.tv

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: