A caccia del decoro

Perseguendo l’idea che uno degli obiettivi principali di una città sia il cosiddetto decoro, qualsiasi cosa voglia dire, sono state emesse due nuove ordinanze: si prorogano per tutto settembre quella che vieta la vendita di alcolici da asporto e la detenzione di bottiglie di vetro e fino a novembre quella che prevede la ztl sui lungarni.

Firmate due nuove ordinanze per prevenire e contrastare quei “comportamenti che possano costituire pericolo per la salute delle persone e per assicurare il rispetto del decoro urbano nelle aree del centro storico”. Questo anche alla luce di quanto emerso in sede di Comitato Provinciale per la Sicurezza Pubblica ed in sede di coordinamento presso la locale Questura, per rispondere all’esigenza di proseguire, anche per il mese di settembre, con l’adozione di misure a carattere preventivo per la sicurezza e la salute dei cittadini, integrative della normativa nazionale.

La prima ordinanza “antialcol”, che entrerà in vigore venerdì 3 settembre fino a domenica 3 ottobre, è emessa in proroga alla precedente ordinanza (scaduta lo scorso 31 agosto), disponendo il divieto di vendita per asporto di bevande alcoliche e superalcoliche nei pubblici esercizi, nei minimarket, negli esercizi di vicinato e nei distributori automatici dalle ore 17.00 alle ore 24.00 nei giorni di venerdì, sabato, domenica, festivi e prefestivi nelle vie e piazze comprese nella “Zona A” e nella “Zona B” del centro storico individuate dal regolamento per le attività economiche nel settore alimentare. 

La stessa ordinanza vieta anche la somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche, con la sola eccezione del servizio assistito al tavolo e al banco, all’esterno ed all’interno dei locali di esercizio, con obbligo a carico dei gestori di rimuovere i contenitori utilizzati, al termine della consumazione. E’ vietata inoltre la detenzione di contenitori di vetro, ai fini dell’immediato consumo di bevande di qualsiasi tipo, misura che contrasta l’abbandono degli stessi nei luoghi pubblici, un fenomeno frequente in alcune piazze del centro nelle ore serali. 

La seconda ordinanza riguarda la proroga della Zona a Traffico Limitato sui Lungarni fino a inizio novembre, con modifica dell’orario attuale di entrata in vigore, che viene posticipato alle ore 22.00, fino alle ore 5.00 di tutti i giorni. Nel dettaglio, queste le strade interessate: Lungarno Pacinotti, Piazza Carrara, via San Nicola, via Santa Maria (tratto compreso tra Via San Nicola e Lungarno Pacinotti), Lungarno Mediceo, piazza Mazzini, Lungarno Galileo Galilei, Lungarno Gambacorti, Ponte di Mezzo.

Il provvedimento, teso a contenere gli accessi e le soste dei veicoli privati in un’area frequentata, soprattutto negli orari serali, da numerose persone per evitare situazioni di potenziali pericoli per i pedoni, entrerà in vigore venerdì 3 settembre fino al giorno 7 novembre 2021, salvo eventuali proroghe.

Elaborazione in corso…
Fatto! Sei nell'elenco.

A spasso sui lungarni (senza macchine)

Dalla sera di giovedì 3 giugno sarà attiva la Ztl notturna sui lungarni che resterà attiva, per ora, fino a fine mese per poi essere con ogni probabilità estesa all’intera stagione estiva. Novità: il divieto di circolazione dei mezzi verrà anticipato alle 19.30.

L’idea è rendere i lungarni liberi dal traffico fruibili anche in orario non troppo spostato verso il tardi per permettere ad una platea più ampia di goderne: per questo la zona a traffico limitato notturna sui Lungarni del centro di Pisa, che entra in vigore da giovedì 3 giugno, sarà attiva già dalle 19.30.

Il Comune aveva deciso di sospenderne l’attivazione, che scatta ogni anno per il periodo estivo a partire dal mese di maggio, per valutare l’opportunità di rimodulare gli orari e le modalità di accesso ai lungarni cittadini, anche alla luce delle disposizioni nel frattempo messe in atto dal governo in tema di contenimento della diffusione del contagio.

La nuova ordinanza, pubblicata oggi dalla Polizia Municipale e in vigore fino al 30 giugno, salvo proroghe, prevede l’attivazione della Ztl dalle ore 19.30 alle ore 24.00 di tutti i giorni nelle strade Lungarno Pacinottipiazza Carrara, Via San Nicola, Via Santa Maria (tratto tra via San Nicola e Lungarno Pacinotti), Lungarno Mediceopiazza Mazzini, Lungarno Galilei, Lungarno Gambacorti, Ponte di Mezzo.

“Quest’anno – dichiara l’assessore alla mobilità, Massimo Dringoli – abbiamo deciso in via sperimentale di anticipare l’orario del provvedimento alle 19.30, in modo da rendere i lungarni fruibili a pedoni e biciclette già prima dell’ora di cena e consentire così a famiglie e cittadini di andare in centro e godersi un passeggiata o un aperitivo sui lungarni chiusi al traffico, facendo in modo che i tavolini posti all’esterno non ostacolino il transito degli autorizzati e, in particolare, delle ambulanze, pur senza togliere gli stalli per la sosta delle auto dei residenti.” 

L’accesso ai lungarni sarà comunque consentito ai possessori di contrassegno invalidi del Comune di Pisa e previa comunicazione al numero verde 800086540 a tutti gli invalidi residenti fuori comune. Sarà consentito l’accesso alla Ztl notturna per tutti coloro aventi un’autorizzazione all’accesso 24 ore. In particolare: le autorizzazioni di transito e sosta rilasciati per la ZTL Nord e Sud, sono automaticamente validi, con le stesse modalità, anche all’interno della ZTL Lungarni; i cittadini residenti e domiciliati all’interno della ZTL Lungarni, in possesso della sola autorizzazione per la sosta in ZSC, hanno automaticamente diritto ad ottenere l’autorizzazione per l’accesso e la sosta nella ZTL Lungarni; i veicoli che alle ore 19.30 si trovano in sosta all’interno della ZTL Lungarni, possono prolungare la sosta oltre l’orario di inizio della ZTL ovvero transitare per uscire dalla medesima anche prima delle ore 24.00; viene istituito l’obbligo di proseguire a dritto all’intersezione tra via Santa Marta e Ponte alla Fortezza, per i veicoli provenienti da Lungarno Mediceo; è consentito il transito e la sosta nella ZTL Lungarni ai veicoli a trazione animale, ai velocipedi, ai ciclomotori, ai motocicli ed a tutti i veicoli inseriti all’interno della “Lista bianca A”; le autorizzazioni temporanee rilasciate per la ZTL Nord e Sud sono valide anche per la ZTL Lungarni, quando attiva, mantenendo comunque gli eventuali limiti orari di validità.

Elaborazione in corso…
Fatto! Sei nell'elenco.

Gli occhi sulla città

Con la sostituzione delle telecamere ai varchi della Ztl del centro storico si adegua il sistema rendendolo più efficiente grazie a tecnologie più evolute. E con l’installazione di telecamere in uscita si impedisce a chi entrava in controsenso di eludere il divieto.

Dopo gli interventi già effettuati ieri nel quartiere Santa Maria e oggi in corso ai varchi di via San Ranierino e via San Lorenzo, proseguono i lavori per sostituire tutte le telecamere in entrata ai varchi Ztl del centro di Pisa, utilizzando veicoli speciali dotati di piattaforma di sollevamento in quota per raggiungere gli impianti. Domani mercoledì 10 marzo verrà chiusa al traffico veicolare via Di Simone dalle 8.30 alle 12.30 (percorso alternativo da Via S. Bibbiana) e a seguire nel pomeriggio dalle 13:30 alle 17:30 via Curtatone e Montanara. Giovedì 11 è la volta di via Silvestri che viene chiusa al traffico la mattina, dalle 8.30 alle 12.30, e nel pomeriggio via Toselli, dalle 13.30 alle 17.30. Venerdì 12 marzo si finisce con piazza Toniolo, chiusa al traffico dalle 8.30 alle 12.30 (percorso alternativo da Via Silvestri e Via Gori) e a seguire via Turati, chiusa dalle 13.30 alle 17.30.

“Stiamo provvedendo a sostituire le apparecchiature ai varchi Ztl che erano ormai vetuste e datate come tecnologie utilizzate – spiega l’assessore alla mobilità e urbanistica Massimo Dringoli -. L’intervento, necessario come adeguamento tecnologico per mantenere in efficienza la capacità di controllo e la regolamentazione delle auto che accedono alle Ztl, farà sì che tutti i varchi siano dotati di telecamere di nuova generazione, che permetteranno un’inquadratura migliore e operazioni di rilevamento delle targhe che non lasceranno margine di errore. Oltre alla sostituzione delle telecamere in entrata, abbiamo già incaricato la ditta affidataria di dare avvio ai lavori edili per la predisposizione delle telecamere in uscita, che saranno poste ai quattro varchi di via Cardinale Maffi, via Santa Bibbiana, via Manzoni e via San Francesco. Appena ricevuta l’autorizzazione da parte del Ministero per i Trasporti, che doveva già essere arrivata ma è slittata a causa del cambio di vertice del Ministero, procederemo con l’installazione e l’attivazione dei varchi elettronici in uscita, che impediranno l’accesso in senso vietato, messo in pratica da molti automobilisti per eludere il divieto. Sarà così possibile riuscire a limitare il numero di auto presenti e tutelare le zone a traffico limitato del centro, fondamentali per garantire un centro storico vivibile e sicuro, a misura di pedone e di ciclista.”

I lavori sono svolti dalla ditta Sismic Sistemi Srl che si è aggiudicata l’appalto per la manutenzione ordinaria, l’assistenza e l’adeguamento tecnologico di tutti i varchi in entrata, oltre alla fornitura di 4 nuovi varchi per il controllo dei veicoli in uscita dalla Ztl per un importo complessivo di circa 200 mila euro.

Strisce rosa

Pass per la Ztl e Zsc e stalli dedicati a neomamme e donne in dolce attesa: chi vive o lavora a Pisa potrà approfittare di un’attenzione particolare che va incontro a chi sta affrontando questo periodo particolare; certamente bellissimo per tanti versi, ma magari anche faticoso.

Pisamo per le future mamme e le neo mamme. La società pisana che gestisce, tra le altre cose, gli accessi alle Ztl della città, ricorda ai cittadini che è possibile, per le donne in gravidanza o per quelle con figli fino a un anno, poter avere un accesso alla Ztl o Zsc. Un permesso temporaneo di un anno al costo simbolico di 5 euro.

La possibilità è offerta non solo alle donne che vivono e sono residenti a Pisa. Ma anche quelle che hanno la propria attività lavorativa presso un ente o una ditta in Ztl o Zsc. L’auto può essere intestata sia alla neo (o futura) mamma, che ad un componente dell’unità abitativa.

 “Questo – afferma Andrea Bottone, amministratore unico di Pisamo – testimonia l’attenzione per queste categorie di utenti. Un gesto che si unisce anche ai parcheggi fatti per le mamme e neomamme, che vivono una fase importate e delicata della loro vita. Una strada su cui vogliamo andare avanti, per portare sempre più i servizi di Pisa a livello europeo”.

“Questo progetto – aggiunge l’assessore al sociale del Comune di Pisa, Gianna Gambaccini – è un’ulteriore importante tappa per quanto riguarda l’attenzione nei confronti di mamme e neomamme, quindi nei confronti della famiglia. Perché l’accesso libero alla Ztl per neomamme e donne in gravidanza può rappresentare un’opportunità in più anche per accedere alle aree più centrali della nostra città”.

Per accedere al servizio, previo appuntamento telefonico, deve essere presentato agli uffici di Pisamo il certificato di gravidanza o l’autocertificazione relativa all’età dei figli e una copia della carta di circolazione. Il permesso può essere accordato, in alternativa alla madre, al padre, dal momento della nascita del figlio e comunque per un periodo complessivo non superiore ad un anno. In tutti i casi il permesso verrà rilasciato dietro presentazione di autocertificazione del possesso dei requisiti richiesti e dietro pagamento di un costo simbolico di 5 euro a permesso, a copertura delle spese vive sostenute dalla società per il rilascio e la gestione di tali permessi.

Pisamo ricorda infine che di recente in città sono stati realizzati altri 30 stalli rosa dedicati a mamme in gravidanza o con neonati.

ZTL accessibile e Acquisti a Km zero

Per le attività di somministrazione che svolgono consegne a domicilio si proroga al 31 gennaio la possibilità di accedere alla ztl: un aiuto a una categoria che molto sta soffrendo questa situazione. Che possiamo sostenere anche scegliendo di acquistare locale.

Prorogata fino al prossimo 31 gennaio la deroga che permette alle attività che effettuano consegne a domicilio di cibi e bevande di accedere all’interno della Ztl cittadina. Il provvedimento, nello specifico, autorizza le attività di somministrazione del territorio a transitare all’interno della zona a traffico limitato (tutti i settori), dalle 11 alle 23 di tutti i giorni feriali, festivi e prefestivi. Per il rilascio dell’autorizzazione le aziende interessate dovranno rivolgersi alla PISA.MO srl.

“Con questa misura – dichiara l’assessore al Commercio Paolo Pesciatini – sosteniamo le aziende pisane che stanno soffrendo per il perdurare della crisi pandemica, delle restrizioni e dell’incertezza; quelle di somministrazione sono imprese che si sono adeguate per rispondere alla gravità del momento e tutelare i loro clienti sotto il profilo sanitario e che oggi richiedono alle istituzioni la debita attenzione per superare questo periodo. Oltre a dovuti interventi da parte delle istituzioni, l’invito ai cittadini è di usufruire dei loro servizi e di comprare locale”.

Ztl aperta

La Ztl del centro storico continuerà ad essere accessibile per tutto il periodo delle feste: prorogata fino al 10 gennaio l’apertura dalle 11 alle 23 per le consegne delle attività di ristorazione, per non far pesare almeno la possibilità delle consegne a domicilio.

Con il perdurare delle limitazioni che vedono la Toscana ancora in zona rossa, il Comune di Pisa ha deciso di prorogare la deroga per l’accesso all’interno della Ztl per chi effettua consegne a domicilio di cibi e bevande. L’ordinanza che amplia dalle ore 11 fino alle ore 23 la possibilità di fare consegne per le attività di ristorazione è stata infatti prorogata fino al 10 gennaio incluso

“Dopo aver deciso di intervenire per allargare la fascia di apertura della Z.T.L. cittadina per dare un supporto alle aziende pisane che stanno soffrendo molto per le chiusure forzate – spiega l’assessore al commercio Paolo Pesciatini – abbiamo previsto un’ulteriore proroga, visto il perdurare della crisi e delle restrizioni per la nostra Regione. Pertanto invito con sempre maggior forza i nostri concittadini a sostenere il più possibile le attività della città, facendo acquisti e usufruendo delle numerose e pregevoli offerte natalizie presenti nel tessuto commerciale pisano. Anche questa ulteriore proroga per le consegne a domicilio va esattamente nella direzione di favorire e agevolare la domanda e l’offerta locale”. 

La disposizione, in vigore fino al 10 gennaio prossimo, è valida tutti i giorni feriali, festivi e prefestivi. Le aziende interessate o le associazioni di categoria per conto dei loro associati dovranno rivolgersi alla Pisamo srl (e-mail frontoffice@pisamo.it) per il rilascio del relativo titolo di ingresso in Z.T.L. indicando nominativo del ristorante /pizzeria/pasticceria, nome del titolare e targa del veicolo.

Ztl e consegne

Cambiano gli orari d’accesso alla Ztl del centro storico per chi consegna a domicilio: si potrà accedere dalle 18 a mezzanotte e resta necessaria la comunicazione a Pisamo. Una misura, spiega Pesciatini, per andare incontro ad un settore fortemente danneggiato.

A seguito del Dpcm del 24 ottobre scorso che dispone la chiusura degli esercizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, etc.) dalle 18 alle 5, ma che consente, in qualsiasi orario, la ristorazione con consegna a domicilio, il Comune di Pisa autorizza l’accesso all’interno della Z.T.L. cittadina dalle 18 alle 24 alle aziende che effettuano attività di consegna a domicilio di alimenti e bevande.

“In considerazione delle nuove restrizioni decise dal Governo che danneggiano gravemente le attività imprenditoriali della ristorazione – dice Paolo Pesciatini, assessore al commercio – abbiamo ritenuto necessario intervenire, come già accaduto nella Fase 1 nella primavera scorsa, di supportare queste attività facilitando i loro servizi per la consegna a domicilio ai clienti consentendo l’accesso nelle zone della Ztl cittadina per le consegne ai clienti”.

La disposizione, in vigore fino al 24 novembre prossimo, è valida tutti i giorni feriali, festivi e prefestivi. Le aziende interessate o le associazioni di categoria per conto dei loro associati dovranno rivolgersi alla Pisamo srl (e-mail frontoffice@pisamo.it) per il rilascio del relativo titolo di ingresso in Z.T.L. indicando nominativo del ristorante /pizzeria/pasticceria, nome del titolare e targa del veicolo.

Parcheggi a pagamento e ZTL, da lunedì 1 giugno tornano attivi

Da lunedì 1 giugno i parcheggi negli stalli blu cittadini tornano a pagamento dopo la sospensione per agevolare i lavoratori durante l’emergenza: restano ridotte le tariffe sui lungarni e gratuiti i parcheggi alle porte del centro. mentre riparte la sosta a pagamento anche sul litorale Si torna a pagare, ma è anche questo un segno di normalità.

Da lunedì 1 giugno torna attiva la ZTL in centro storico e i parcheggi a pagamento negli stalli blu, con riduzioni su Lungarni e piazza Carrara. Parte anche il pagamento dei parcheggi sul litorale e viene riattivato il servizio Ciclopi di bike sharing. Parcheggi di piazza Santa Caterina e piazza Sant’Antonio gratuiti per due ore di sosta, eccetto i primi giorni del mese che saranno inaccessibili per i lavori di modifica della segnaletica. Ecco i dettagli.

ZTL in centro storico. Torna attiva dal 1 giugno la ZTL  0 – 24 in tutto il centro storico, eccetto la ZTL relativa ai Lungarni per il periodo estivo. Da lunedì 1 giugno non sarà dunque più possibile entrare nella zona a traffico limitato, dato che rientrano in funzione i varchi di accesso con le telecamere.

Stalli blu a pagamento con riduzioni. Riparte da lunedì 1 giugno la regolamentazione della sosta in Zona a Sosta Controllata, ovvero torna a pagamento la sosta negli stalli blu, con l’introduzione di alcune modifiche provvisorie, che rimarranno in vigore fino al 31 dicembre, come la riduzione tariffaria del 20% per gli stalli di sosta in Piazza Carrara e sui Lungarni. Nel dettaglio è prevista la riduzione alla tariffa oraria a 1,30 euro (ulteriormente ridotta a 0,70 euro per residenti) in Lungarno Fibonacci, Lungarno Sonnino, Lungarno Simonelli e Lungarno Buozzi; la riduzione della tariffa oraria per la prima ora a 2 euro (dalla seconda ora 2,80 euro), ridotta a 1,10 euro per residenti (1,60 euro dalla seconda ora) in Lungarno Galilei, Lungarno Mediceo e piazza Carrara; la riduzione della tariffa oraria a 0,60 euro (ridotta per i residenti a 0,35 euro) in Lungarno Guadalongo, nel 50% dei posti che rimangono a pagamento.

Parcheggi gratuiti alle porte del centro. Nell’ottica di favorire l’accesso al centro storico per effettuare acquisti, vengono lasciati alla sosta gratuita tre punti di ingresso in centro storico come piazza Santa Caterina, piazza Sant’Antonio e Lungarno Guadalongo. La sosta in piazza Sant’Antonio e in piazza Santa Caterina sarà infatti gratuita e verrà regolata, festivi compresi, solo con disco orario, per un periodo massimo di due ore. Inoltre il 50% dei posti auto sul Lungarno Guadalongo sono gratuiti. Vista la necessità di modificare la segnaletica orizzontale in questi parcheggi, in piazza Sant’Antonio rimarrà chiusa l’area parcheggio per la giornata di mercoledì 3 giugno e in piazza Santa Caterina non sarà accessibile l’area sosta nei giorni del 4 e 5 giugno. Nei giorni seguenti entrerà in vigore la gratuità della sosta.

Stalli blu sul litorale. Dal 1 giugno inizia la regolare gestione della sosta a pagamento sul litorale pisano, con stesse modalità e tariffe dello scorso anno. Ricordiamo che gli stalli blu a pagamento, ridotti dall’Amministrazione Comunale del 40% dall’estate 2019 a Marina di Pisa e Tirrenia, sono attivi tutti i giorni dalle 8 alle 20 e nel fine settimana il pagamento è prolungato fino alle ore 2 del giorno successivo.  La tariffa oraria è di 0.50 euro (6 ore 2.50 euro, sosta giornaliera 4 euro, abbonamento mensile 30 euro, abbonamento dal 1 giugno al 30 settembre 80 euro, ridotto a 56 euro per i residenti).

Servizio Ciclopi. Il servizio di bike-sharing riprenderà regolarmente da mercoledì 3 giugno, con la riattivazione di tutte le 26 stazioni che erano state sospese nel periodo di lockdown come misura di contenimento del contagio.

Parcheggio di via Cammeo. Fino al 1 giugno il parcheggio è stato lasciato libero e gratuito per agevolare il personale AOUP che lavora all’Ospedale Santa Chiara. Da lunedì 1 giugno il parcheggio torna a pagamento. Sono allo studio forme di abbonamento agevolato riservate a medici e infermieri.

La sosta torna a pagamento

Dal 1 giugno tornano attive ZTL e strisce blu in centro storico. Tariffe ridotte sui lungarni e parcheggi gratuiti alle porte del centro. Si torna gradualmente alla normalità.

Comune di Pisa – Dopo la fase di lockdown che ha portato quasi tutte le città a liberalizzare e rendere gratuiti gli stalli dei parcheggi a pagamento, oltre a consentire un più ampio accesso alla ZTL nel rispetto delle disposizioni nazionali collegate all’emergenza sanitaria, il Comune di Pisa introduce a partire dal 1 giugno una serie di provvedimenti che riguardano sosta e mobilità, lanciati dal Sindaco Michele Conti nell’ambito del piano Riapri Pisa. Si tratta di una serie di modifiche al sistema dei parcheggi cittadini, pensato per facilitare l’accesso al centro storico, che la Giunta Comunale aveva approvato ad aprile con un atto di indirizzo, dando poi mandato a Pisamo di attuare i provvedimenti che rimarranno validi fino al 31 dicembre. Le misure potranno subire eventuali variazioni, in relazione a possibili incrementi di emissioni inquinanti che verranno monitorati.

“Così come stiamo procedendo in tutte le nostre azioni – spiega il sindaco di Pisa Michele Conti – anche sul piano della mobilità e del sistema dei parcheggi, il ritorno alla normalità sarà graduale. Da lunedì 18, con la ripresa di gran parte delle attività commerciali, sarà possibile continuare ad usufruire dei parcheggi gratuiti in tutta la città, così da facilitare l’accesso a negozi e servizi in questo periodo finestra, in cui c’è ancora diffidenza ad utilizzare il trasporto pubblico, il servizio di bike-sharing è in fase di riattivazione e le attività economiche sperimentano le prime aperture alla clientela con le nuove modalità previste dalle linee guida di Governo e Regione. Dal 1 giugno, una volta superata questa fase di sperimentazione, si torna al ripristino della ZTL e dei parcheggi a pagamento, ma con importanti modifiche e riduzioni, dettate dalla necessità di sostenere la riattivazione del tessuto economico della città.”

Queste dunque le modifiche che scattano dal 1 giugno:

ZTL in centro storico. Torna attiva dal 1 giugno la ZTL  0 – 24 in tutto il centro storico, eccetto la ZTL relativa ai Lungarni per il periodo estivo. Questo significa che per altre due settimane, da lunedì 18 a domenica 31 maggio, sarà ancora possibile entrare nella zona a traffico limitato del centro storico nella fascia oraria 11-16, mentre da lunedì 1 giugno si torna alla normalità e rientrano in funzioni i varchi di accesso con le telecamere.

Stalli blu a pagamento con riduzioni. Riparte dal 1 giugno la regolamentazione della sosta in Zona a Sosta Controllata, ovvero torna a pagamento la sosta negli stalli blu, con l’introduzione di alcune modifiche provvisorie (che rimarranno in vigore fino al 31 dicembre), come la riduzione tariffaria del 20% per gli stalli di sosta in Piazza Carrara e sui Lungarni. Nel dettaglio è prevista la riduzione alla tariffa oraria a 1,30 euro (ulteriormente ridotta a 0,70 euro per residenti) in Lungarno Fibonacci, Lungarno Sonnino, Lungarno Simonelli e Lungarno Buozzi; la riduzione della tariffa oraria per la prima ora a 2 euro (dalla seconda ora 2,80 euro), ridotta a 1,10 euro per residenti (1,60 euro dalla seconda ora) in Lungarno Galilei, Lungarno Mediceo e piazza Carrara; la riduzione della tariffa oraria a 0,60 euro (ridotta per i residenti a 0,35 euro) in Lungarno Guadalongo, nel 50% dei posti che rimangono a pagamento.

Parcheggi gratuiti alle porte del centro. Nell’ottica di favorire l’accesso al centro storico per effettuare acquisti, vengono lasciati alla sosta gratuita tre punti di ingresso in centro storico come piazza Santa Caterina, piazza Sant’Antonio e Lungarno Guadalongo. La sosta in piazza Sant’Antonio e in piazza Santa Caterina sarà infatti gratuita e verrà regolata, festivi compresi, solo con disco orario, per un periodo massimo di due ore. Inoltre il 50% dei posti auto sul Lungarno Guadalongo diventano gratuiti.

Stalli blu sul litorale. Dal 1 giugno inizia la regolare gestione della sosta a pagamento sul litorale pisano, con stesse modalità e tariffe dello scorso anno. Ricordiamo che gli stalli blu a pagamento, ridotti dall’Amministrazione Comunale del 40% dall’estate 2019 a Marina di Pisa e Tirrenia, sono attivi tutti i giorni dalle 8 alle 20 (nel fine settimana prolungata fino alle ore 2 del giorno successivo), alla tariffa oraria di 0.50 euro (6 ore 2.50 euro, sosta giornaliera 4 euro, abbonamento mensile 30 euro, abbonamento dal 1 giugno al 30 settembre 80 euro, ridotto a 56 euro per i residenti).

Servizio Ciclopi. Il servizio di bike-sharing riprenderà regolarmente dal 1 giugno, con la riattivazione di tutte le 26 stazioni che erano state sospese nel periodo di lockdown come misura di contenimento del contagio.

Parcheggio di via Cammeo. Fino al 1 giugno il parcheggio è stato lasciato libero e gratuito per agevolare il personale AOUP che lavora all’Ospedale Santa Chiara. Sono allo studio forme di abbonamento agevolato riservate a medici e infermieri a partire dal mese di giugno.

Permessi Ztl e Zsc prorogati fino al 15 giugno

Nuove modalità per presentare le richieste e i rinnovi a Pisamo, ma si accede solo su prenotazione.

Comune di Pisa – La scadenza dei permessi ZTL e ZSC per residenti, domicilati e attività lavorative è stata prorogata al 15 giugno 2020, in sintonia con quanto previsto nel decreto Cura Italia per ridurre al massimo lo spostamento dei cittadini e l’accesso agli uffici pubblici durante l’emergenza Coronavirus. I permessi potranno essere rinnovati presso gli uffici di Pisamo a partire da lunedì 4 maggio fino al 15 giugno, solo su prenotazione. Per rinnovare i permessi è necessario prenotare l’accesso allo Sportello, inviando una mail all’indirizzo frontoffice@pisamo.it oppure telefonando al n. 050.506113, dal lunedì al venerdì, dalle ore 08.00 alle 18.00.

Pisamo ha inoltre introdotto alcune procedure semplificate per poter richiedere anche i nuovi permessi da remoto: da lunedì 4 maggio le nuove istanze potranno essere presentante attraverso la posta elettronica all’indirizzo frontoffice@pisamo.it e la modulistica può essere scaricata direttamente dal sito: www.pisamo.it. L’ufficio prenderà in carico le richieste e, a fronte di documentazione corretta e completa, invierà una mail indicando il giorno e l’orario per il ritiro del permesso. È necessario presentarsi agli uffici di Pisamo solo previo appuntamento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: